Scatenarono maxirissa a Olbia, 5 arresti

I carabinieri del reparto territoriale di Olbia, dello squadrone eliportato "Cacciatori di Sardegna" e al nucleo elicotteri di Olbia hanno eseguito alle prime ore di questa mattina gli arresti disposti dal gip del Tribunale di Tempio su richiesta della Procura per cinque dei protagonisti della furibonda rissa scoppiata lo scorso 27 febbraio in via Vittorio Veneto, nel centro della cittadina della Gallura. I cinque sono indagati a vario titolo per tentato omicidio, rissa e porto abusivo di oggetti atti a offendere. Dall'indagine dai militari della stazione di Olbia Centro, è emerso che molte delle persone coinvolte si erano dileguate subito dopo l'arrivo della pattuglia, che aveva soccorso l'uomo cui era andata peggio: colpito alla testa con una bottigliata, era stato trasportato d'urgenza al pronto soccorso. Erano passate da poco le 16 quando una lite cominciata all'interno del Cafè Max era degenerata in strada, trasformandosi in una rissa tra gruppi contrapposti, per lo più di cittadini stranieri. Secondo le testimonianze raccolte a caldo, erano coinvolte almeno una decisa di persone. Una in particolare si era munita di una spranga di ferro e aveva picchiato alla cieca, mentre un altro aveva raccolto una bottiglia da un cassonetto dei rifiuti per il vetro e aveva colpito alla testa l'uomo che aveva riportato le conseguenze peggiori. L'arrivo dei carabinieri aveva fermato tutto e costretto i due gruppi a dileguarsi. I dettagli dell'operazione che ha portato agli arresti odierni saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa convocata dal comando provinciale dei carabinieri di Sassari nella caserma del reparto territoriale di Olbia.(ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Olbia
  2. Olbianova
  3. Sardegna News
  4. GalluraOggi
  5. GalluraOggi

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Teodoro

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...