San Teodoro

Agevolazioni fiscali a industrie Gallura

Il Consorzio industriale della Gallura, Cipnes ha delimitato le aree e ha disegnato la strategia della Zona Economica Speciale (Zes) per Olbia, Buddusò e Monti attraverso una serie di agevolazioni di carattere fiscale e finanziario e di semplificazione amministrativa. La Zes interessa, in particolare, i tradizionali comparti produttivi della nautica, della logistica, del granito, del sughero e dei servizi in generale, ma allargherà i suoi orizzonti anche verso le filiere produttive del settore agro-alimentare in connessione con il programma Insula-Sardinia Longevity Food. Anche i comuni di Tempio, Calangianus, Arzachena e Loiri Porto San Paolo hanno manifestato al Cipnes un forte interesse a essere coinvolti nella progettualità della Zes. Con l'attivazione della Zes, in tutti gli ambiti territoriali gestiti dal Cipnes, si potranno implementare le attività già insediate e connesse con il Porto commerciale di Cocciani (zona industriale) e con quello dell'Isola Bianca. La superficie complessiva delle aree comprese nella Zes Gallura è di 254 ettari, ma l'area delle attività produttive di Olbia, ottimamente urbanizzata ed edificata in buona parte, è di circa 800 ettari nei quali sono ospitate 584 aziende (altre 50 sono in fase di insediamento e programmazione) che operano nei settori della nautica, della logistica, dell'agro-alimentare, del lapideo, oltre ad altre attività legate al settore ricettivo, a infrastrutture sportive e ricreative. A Buddusò e Alà dei Sardi la superficie complessiva delle aree della Zes è di 16 ettari, mentre a Monti è di 53 ettari. La missione istituzionale del Cipnes è quella di creare le condizioni migliori per favorire la nascita di nuove iniziative industriali e artigianali e di svolgere azioni di propulsione finalizzate a valorizzare e potenziare le imprese esistenti.(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie